Roma Volley Serie C, quasi salva

Roma Volley Serie C, quasi salva

QUOTA 30 SUPERATA – Avendo battuto per 3-0 in casa presso il PalaTellene il Free Club nel match valevole per la ventune¬sima giornata del campionato regionale di Serie C dopo 76 minuti di gioco, la Roma Volley ritorna nona in classifica nel girone A a quota 32 e si porta a −2 dall’aritmetica sal¬vezza e a −4 dal quinto posto occupato dalla Pallavolo Civi¬tavecchia e dal Casal De’ Pazzi. Nonostante il bottino pieno ottenuto dalla sua rivale e il suo penultimo posto in clas-sifica con 13 punti, il gruppo di coach A. Desideri è appar¬so tenace nello sfiorare il pareggio sul finale del primo set, nel lottare alla pari fino alla metà del secondo e nel tentare di ridurre lo scarto di quattro punti nella seconda metà del terzo.
VITTORIA RISICATA – La Roma Volley parte bene nel primo set conducendo per 9-1 grazie ai muri di Borracino e agli attac¬chi di capitan L. Donnini e di L. Loreto, nonché a due dia¬gonali strette fallite da M. De Angelis. Proprio il numero 9 del Free Club e M. Bernucci tentano di arginare il dominio giallorosso con i loro colpi dalla prima linea e a servizio. A parte lo scarto ridotto a +3 sulla squadra ospite, quella di casa si porta dal 17-14 al 22-15 crescendo ancora a muro, in attacco e a servizio con gli scatenati L. Donnini e Bor¬racino. Appena aleggia la rapida fine del set, il sestetto ardeatino riduce il suddetto svantaggio in appena tre minuti con i muri e le schiacciate di M. Caione e di M. Bernucci e quello romano fino alla fine, ma perde 25-23 dopo la battuta float al salto finita a rete di A. D’Audino.
SCARTO GRADUALE – Nei primi dieci minuti del secondo set il Free Club tenta di sfuggire alla Roma Volley gestendo bene il punto di vantaggio tra muri solidi, attacchi efficaci ed errori avversari nei vari fondamentali. Appena M. Bernucci manda al lato destro del campo una battuta float al salto, dall’11-10 la squadra di casa aumenta pian piano lo scarto con quella ospite seguitando a macinare potenti primi tempi con Borracino, A. Mancini e R. Fameli, toste battute float al salto con L. Loreto e puntuali diagonali del suo opposto. Nonostante il secondo time out chiesto da coach A. Desideri sul 21-15 giallorosso e gli innesti in campo di capitan M. Tomassetti in regia al posto di A. D’Audino (perché A. Lo Vasto attaccasse come opposto) e di L. Tiberti a banda al posto di M. De Angelis, il sestetto ardeatino non solo subi¬sce il gap tecnico con quello romano, ma regala a quest’ul¬timo il 25-18 dopo una piazzata al salto finita sotto rete di M. Caione.
R. FAMELI SCORER – L’inizio del terzo set ricalca ‘in toto’ quello del secondo, nel quale entrambe le squadre lottano punto a punto senza mai risparmiarsi. Dopo il 10-9 siglato da M. Caione con una diagonale larga difesa male da D’Orlan¬do, R. Fameli brilla in campo con i suoi rapidi primi tempi assieme all’MVP del match Borracino e a capitan L. Donnini. Rispetto al precedente set, il Free Club fruisce di alcuni errori avversari e del forcing del prolifico M. Caione per alimentare speranze di rimonta a suo favore. Benché annulli due match ball al sestetto romano con una diagonale stretta del suo numero 7 e al settimo muro vincente di M. Bernucci su Borracino, quello ardeatino è costretto ad uscire dal Pa¬laTellene a mani vuote per via del 25-21 marcato da D’Orlan¬do con una diagonale larga.
“LOTTEREMO FINO IN FONDO” – Benché le manchino solo due pun¬ti all’aritmetica salvezza, coach Cristini invita la squadra a mirare in alto: “Ho gradito la nostra prestazione odierna contro il Free Club, perché venivamo da una settimana in cui ci siamo allenati poco e male e in cui stiamo risentendo di tutti gli sforzi profusi nei due campionati di Serie C e di Under 19. Di certo l’approccio al primo set è stato buono, ma abbiamo faticato troppo per vincere il match quando siamo calati di concentrazione e di motivazioni. Dico ai ragazzi da alcuni mesi che abbiamo le carte in regola per poter sta¬re ai vertici di questa competizione, benché spesso ci ada¬giamo senza chiudere le gare. Nelle ultime cinque giornate lotteremo fino in fondo per tentare di diventare la mina va¬gante di questo finale di campionato, a partire dall’ostica trasferta di sabato prossimo in casa dell’Afro Giro”.

APD ROMA VOLLEY-FREE CLUB ROMAN SPORT CITY 3-0
(25-23; 25-18; 25-21)
APD ROMA VOLLEY: Moschini, A. Mancini 3, R. Fameli 9, V. Giannini, L. Donnini (K) 14, D’Orlando 10, Diociaiuti (L), L. Loreto 7, Borracino 13. N.e. Spolverini. 1º All. Cristi¬ni. 2º All. Bocchi. Dir. Acc. R. Loreto.
FREE CLUB ROMAN SPORT CITY: M. Tomassetti (K), A. Lo Vasto 4, M. Caione 17, M. De Angelis 11, M. Illuminati (L), M. Bi¬lotti, L. Tiberti 1, M. Bernucci 9, A. D’Audino 6, S. De Fe¬lici 1, D. Morelli. N.e. D. Iannotta. All. A. Desideri. Dir. Acc. C. Testore.
1º Arbitro: L. Dell’Orso. 2º Arbitro: E. Gianni.
Durata set: 26′; 24′; 26′. Totale gara: 1h 16min.

Leave a Comment

(required)

(required)

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi