Roma Volley Serie C, peccato davvero

Roma Volley Serie C, peccato davvero

LOTTA ESALTANTE – Avendo perso per 3-1 in trasferta presso il PalaSport di Civitavecchia nel match valevole per la ven¬tiquattresima giornata del campionato regionale di Serie C contro la Pallavolo Civitavecchia dopo 106 minuti di gioco, la Roma Volley resta all’ottavo posto in classifica con 34 punti (‘ex aequo’ con la Pallavolo Velletri) nel girone A e dice addio ai play off promozione per la Serie B con 2 turni di anticipo. Come nella gara di andata disputata presso il PalaTellene tre mesi e mezzo fa, i gruppi allenati da Accar¬do e Cristini si sono equivalsi anche in quella di ritorno, ma la squadra di casa ha ottenuto alla fine i 3 punti a dan¬no di quella ospite ed ha difeso il quinto posto in classi¬fica a quota 44 dall’assalto del Casal De’ Pazzi (vincitore per 3-1 sul campo del Ripi Volley).
ROMA VOLLEY LUCIDA – La Pallavolo Civitavecchia conduce il primo set per 8-2 dopo soli cinque minuti grazie agli attac¬chi e ai muri di capitan P. Stefanini, nonché a due errori offensivi di A. Mancini e di capitan L. Donnini. Se lo scar¬to succitato può preludere ad una rapida vittoria rossoblù, la Roma Volley reagisce con maturità allo svantaggio prima riducendolo con le schiacciate di D’Orlando e L. Loreto, poi fruendo di una pipe finita a rete di Viscanti e di un fallo di tocco di rete di S. Maldera ed infine tornando in vantag¬gio (dopo lo 0-1 iniziale) sul 12-13 con un primo tempo di A. Mancini e due muri di fila di L. Donnini su P. Stefanini. Nella seconda metà del parziale la squadra ospite alimenta speranze di recupero a quella di casa fallendo battute, pri¬mi tempi e diagonali, ma il momentaneo 18-17 del gruppo di coach Accardo scuote definitivamente quello allenato da Cri¬stini, che inanella ben cinque punti con Borracino, D’Orlan¬do e L. Loreto e chiude sul 19-25 con un sapiente tocco di seconda da posto 2 di V. Giannini (il migliore del set) su posto 6.
SECONDO SET VIBRANTE – Nel secondo set entrambe le squadre si equivalgono in ogni reparto: la Pallavolo Civitavecchia difende bene con Priolisi e cresce in attacco e a muro con R. Di Stefano e L. Brunelli, mentre la Roma Volley tiene il passo della sua rivale seguitando a colpire con i suoi mar¬telli e R. Fameli (subentrato in diagonale a capitan L. Don¬nini sull’8-6). Dal 10-8 il sestetto rossoblù stacca quello giallorosso di otto punti con le parallele di R. Di Stefano e di capitan P. Stefanini, con i primi tempi di L. Brunelli e con gli errori offensivi e a servizio avversari. La rea¬zione del gruppo di coach Cristini alla momentanea suprema¬zia tecnica di quello allenato da Accardo emerge a metà del parziale, quando R. Fameli e L. Loreto concludono i loro at¬tacchi dalla prima e dalla seconda linea, il debuttante in Serie C Faina (proveniente dalle squadre di Serie D ed Under 18 della società di patron Barani) piazza una battuta float da fermo su posto 6 e il tandem L. Mancini-R. Di Stefano re¬gala punti tra falli di doppio tocco e schiacciate fallite. Serve una sferzata del suo coach durante il time out chiesto sul 21-19 perché la squadra di casa eviti una seconda rimon¬ta da parte di quella ospite. Dopo cinque minuti di botta e risposta, il numero 3 civitavecchiese scocca da posto 2 una diagonale stretta che vale il 25-23.
TIRA E MOLLA CONTINUO – Pur conducendo il terzo set con al¬meno un punto di vantaggio sulla Roma Volley, la Pallavolo Civitavecchia fatica ad ultimare subito la sua offensiva per via della sorprendente tenacia avversaria inculcata dal suo ex coach. I pronti recuperi dei due liberi Priolisi e Dio¬ciaiuti, le scelte tempestive dei due registi L. Mancini e V. Giannini nelle alzate ai loro attaccanti e i solidi muri di S. Maldera e A. Mancini offrono al pubblico del PalaSport di Civitavecchia un agonismo alquanto spettacolare. A parte alcuni errori offensivi rossoblù e a servizio giallorossi, il tira e molla permane nel finale di parziale. Quando sem¬bra che il set sia ormai compromesso dopo la battuta float al salto finita al lato destro del campo di R. Fameli, i ci¬nici D’Orlando e L. Loreto infiammano la loro tifoseria con un mani e fuori ed una parallela per dimostrare che non tut¬to è perduto. Gli sforzi succitati vengono però vanificati da Carlini, che manda fuori una diagonale larga da posto 2 e regala al gruppo di coach Accardo la conquista del set per 25-23.
FINALE ROSSOBLÙ – Coach Cristini decide di spostare R. Fame¬li dalla diagonale (occupata da Carlini) al centro per raf¬forzare il muro e l’attacco giallorosso prima che inizi il quarto set. Rispetto agli ultimi due parziali, la Pallavolo Civitavecchia gestisce meglio lo scarto di tre punti dalla Roma Volley sia difendendo al meglio con un iperattivo Prio¬lisi (bravo anche come secondo regista) che attaccando con più forza da posto 2 e 6 con i due prolifici capitan P. Ste¬fanini e R. Di Stefano. Pur spronata spesso dalla panchina dal suo coach, la squadra ospite non agguanta mai il pareg¬gio né con i primi tempi, né con le parallele, e il suo muro non sempre riesce rispetto all’inizio del match. Sul 19-16 il sestetto rossoblù inanella ben cinque punti con una pa¬rallela di capitan P. Stefanini (MVP e Top Scorer con di¬ciotto punti) su posto 2, tre battute float al salto impren¬dibili per la difesa avversaria di R. Di Stefano ed un muro di S. Maldera su una bordata di D’Orlando. Spetta proprio al numero 27 civitavecchiese chiudere il set sul 25-18 con un primo tempo su posto 1 e consentire alla sua squadra di fare bottino pieno e di restare quinta in classifica a quota 44 a due giornate dalla fine della Regular Season.
“RAGAZZI BRAVI COMUNQUE” – “Annullare gli attacchi alti con una buona difesa in un campo vasto come quello del PalaSport di Civitavecchia – afferma coach Cristini a fine gara – sfi¬bra molto. Pur avendo perso per 3-1, elogio i ragazzi per il loro rendimento odierno, soprattutto A. Mancini, D’Orlando e L. Loreto. Abbiamo dimostrato di migliorare a muro, un fon¬damentale nodale. Se fossimo stati più cattivi e furbi dalla prima linea, avremmo potuto arginare la continuità offensiva di Stefanini e compagni e vincere la gara. Sabato prossimo dovremo battere in casa il Volley Club Orte per arrivare a quota 37 e dimostrare di aver fatto più punti nel girone di ritorno”.

SARTORELLI SERRAMENTI PALL. CIVITAVECCHIA-APD ROMA VOLLEY 3-1
(19-25; 25-23; 25-23; 25-18)
SARTORELLI SERRAMENTI PALL. CIVITAVECCHIA: A. Amoni, R. Di Stefano 15, L. Mancini 1, G. D’Iorio ne, P. Stefanini (K) 18, Viscanti 5, Priolisi (L), L. Brunelli 5, A. Marini 1, L. Martelli, D. Mancin, S. Maldera 10. All. Accardo. Dir. Acc. R. Amoni.
APD ROMA VOLLEY: Moschini ne, A. Mancini 12, R. Fameli 5, Spolverini ne, V. Giannini 1, L. Donnini (K) 4, D’Orlando 14, Carlini 2, Diociaiuti (L), L. Loreto 15, Borracino 5, Faina 1. All. Cristini. Dir. Acc. R. Loreto.
1º Arbitro: Reca. 2º Arbitro: Alì.
Durata set: 25′; 28′; 30′; 23′. Totale gara: 1h 46min.

Leave a Comment

(required)

(required)

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi