Roma Volley così non va, sconfitta con la Fenice

Roma Volley così non va, sconfitta con la Fenice

Non è riuscita a invertire la tendenza ed è caduta per la terza volta. Budani: “Ci manca l’istinto killer”

La Roma Volley viene sconfitta ancora contro una diretta concorrente come la Fenice. Ma stavolta fa ancora più male.

In prima battuta per una classifica che d’improvviso è diventata negativa, infatti da capolista fino a tre settimane fa, ora la squadra di Budani si trova a quattro punti dalla vetta occupata da Sarroch, che ha vinto in casa nel derby con il Cus Cagliari, ed è fuori al termine del girone d’andata dai playoff (La seconda posizione è occupata proprio dalla Fenice che vola a +3 grazie al 3-1 conquistato proprio nell’ultima giornata tra le mura amiche).

Il secondo elemento da tenere in considerazione è la parte psicologica, forte fino alla nona giornata, poi la sconfitta sul campo della Virtus Roma ha incrinato qualche certezze che ora dopo le sconfitte con i sardi e i romani si sono sbriciolate. C’è da rimettere assieme i pezzi perché nulla è perduto ma questa squadra ha i mezzi per risollevarsi e tornare nei piani alti.

IL MATCH

Se andiamo ad analizzare il match i giallorossi non hanno neanche demeritato, giocando meglio, seppur a sprazzi, rispetto a sette giorni fa. Infatti il primo set è stato tutto di marca arancionera con un ritmo in battuta e una buona fase break. Con la Fenice avanti 1-0 (25-19), nel secondo la squadra di Budani è entrata più determinata, imprimendo il proprio ritmo (8-4), tutto fino al 16-11, poi la Fenice è tornata sotto, mentre nella Roma Volley si è rivisto qualche fantasma (21-19), proprio nel rush finale qualcosa si è inceppato, la Roma si è bloccata e ai vantaggi è caduta per 28-26. Nel terzo ha avuto il merito di riprendersi e tornare a giocare come sa, accorciando le distanze (25-19). Nel quarto ha lottato punto a punto (16-15) poi una Fenice (22-18) più determinata ha chiuso sul 25-23. Un peccato per quel secondo set che avrebbe potuto valere tanto nell’economia della partita. Tra le note liete l’esordio di Luca Loreto in serie B.

CONVINZIONE

“Loro ci hanno aggredito – afferma Budani -, quello che ci manca in questo momento è l’istinto killer nei momenti cruciali, la mancanza di sincronia con qualcuno la stiamo pagando, questo si ripercuote su tanti fattori tecnici e tattici. Abbiamo fatto qualche scelta tattica diversa, ma non è bastata, quando è stato il momento di azzannare ci siamo persi e poi non abbiamo recuperato. In questo momento siamo sfiduciati, dovremo lavorare dal punto di vista psicologico e tecnico”.

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi