Serie C: Roma Volley, secondo posto difeso

Serie C: Roma Volley, secondo posto difeso

Difeso il secondo posto

È vero che il fattore campo aiuta spesso a fare risultato e a racimolare punti per i propri obiettivi stagionali, ma un vero team sa cavarsela anche in trasferta contro avversarie esperte e coese; la Roma Volley ha dimostrato ciò nel match valevole per la decima giornata del campionato regionale di Serie C in casa della Nfa Saet vincendo 3-2 dopo due ore di gioco.

Questo suo terzo successo esterno vale al gruppo di coach Cristini la conferma del suo secondo posto nel girone A con ventuno punti, la speranza di ripetersi in trasferta contro la Serapo Volley Gaeta il prossimo 19 gennaio e, in primis, la certezza di non cedere quasi mai alle avversità.

La Gara

Stirpe e Fameli tentano di rimediare agli errori difensivi dei loro compagni a suon di attacchi vincenti fin dal primo set, ma la Roma Volley viene regolarmente murata dalla Nfa Saet e non riesce ad arginare il distacco di quattro punti dalla sua avversaria sprecando tre servizi e non incidendo dalla prima linea come sa fare; il 25-20 per il sestetto di casa è inevitabile.

L’innesto a banda di Necci al posto di Bussoletti all’inizio del secondo set appare riuscito, data la bravura del versatile martello/opposto a captare meglio le intenzioni in regia di Piattelli e a mettere più palloni a terra del suo succitato omologo; il braccio di ferro tra le due squadre permane fino al 18-18, poi Fameli, Ianiro e Necci dilagano a suon di muri punto e vincono 25-19 anche a causa di un breve blackout avversario.

Anche all’inizio del terzo set il gruppo di coach Cristini e quello allenato da Desideri si equivalgono, ma dal 7-7 la squadra giallorossa cade in balia di quella rossoblù: errori crescenti in ogni fondamentale e una ritrovata forza avversaria nelle pipe e a muro assicurano un netto 25-15.

Tanta suspense connota il quarto set: prima la Roma Volley pare condannata a lasciare l’impianto Le Cupole a secco dopo l’iniziale 6-2 della Nfa Saet, poi rinasce con i suoi coriacei Fameli e Necci (abili a sfruttare le alzate di Serafini), quindi chiude sul 25-23 con un tap in del suo martello/opposto (nonostante una sua lieve ma rischiosa crisi difensiva).

Il tie-break è in mano al sestetto ospite, il quale beneficia della stanchezza di quello di casa per sfuggirgli e per vincere con merito 15-8 con una diagonale stretta del suo ottimo Top Scorer Fameli.

Il Commento

Anche se non ha macinato i ventitré punti del suo compagno di squadra, spetta a Necci il titolo di MVP e il commento a fine gara della prestazione della Roma Volley: “All’inizio del match siamo stati un po’ troppo fallosi e imprecisi su ogni pallone, ma è in fase muro-difesa che non abbiamo reso come sapevamo. Ci siamo scossi migliorando tecnicamente set dopo set. Al tie-break Fameli ci ha aiutato molto in fatto di finalizzazione e di fiducia. Questo 3-2 ottenuto contro la Nfa Saet ci va un po’ stretto, perché con una classifica cortissima come quella in cui ci ritroviamo bisogna sempre dare il massimo sia in partita che in allenamento”.

Claudio Sabbatini
Addetto Stampa Settore Giovanile Roma Volley

Il proseguimento della navigazione sul sito sarà inteso come accettazione automatica dell'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi